Allergeni


Le informazioni circa la presenza di sostanze o di prodotti che provocano allergie 
o intolleranze sono disponibili rivolgendosi al personale in servizio.
Le procedure HACCP adottate tengono conto del rischio di contaminazione crociata 
ed il personale è formato su tale rischio. Tuttavia, occorre segnalare che, in alcuni casi, 
a causa di esigenze oggettive, le attività di preparazione e somministrazione possono comportare 
la condivisione di aree ed utensili; quindi non si può escludere la possibilità che i prodotti entrino 
a contatto con allergeni.


1. Cereali contenenti glutine, cioè: grano, segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati 
e prodotti derivati, tranne: 
 a) sciroppi di glucosio a base di grano, incluso destrosio*; 
 b) maltodestrine a base di grano*; 
 c) sciroppi di glucosio a base di orzo; 
 d) cereali utilizzati per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico 
 di origine agricola.

2. Crostacei e prodotti a base di crostacei.

3. Uova e prodotti a base di uova.

4. Pesce e prodotti a base di pesce, tranne: 
 a) gelatina di pesce utilizzata come supporto per preparati di vitamine o carotenoidi; 
 b) gelatina o colla di pesce utilizzata come chiarificante nella birra e nel vino.

5. Arachidi e prodotti a base di arachidi.

6. Soia e prodotti a base di soia, tranne: 
 a) olio e grasso di soia raffinato*; 
 b) tocoferoli misti naturali (E306), tocoferolo D-alfa naturale, tocoferolo acetato D-alfa naturale, tocoferolo succinato D-alfa naturale a base di soia; 
 c) oli vegetali derivati da fitosteroli e fitosteroli esteri a base di soia; 
 d) estere di stanolo vegetale prodotto da steroli di olio vegetale a base di soia.

7. Latte e prodotti a base di latte (incluso lattosio), tranne: 
 a) siero di latte utilizzato per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico 
 di origine agricola; 
 b) lattiolo.

8. Frutta a guscio, vale a dire: mandorle (Amygdalus communis L.), nocciole (Corylus avellana), 
noci (Juglans regia), noci di acagiù (Anacardium occidentale), noci di pecan [Carya illinoinensis (Wangenh.) K. Koch], noci del Brasile (Bertholletia excelsa), pistacchi (Pistacia vera), noci macadamia 
o noci del Queensland (Macadamia ternifolia), e i loro prodotti, tranne per la frutta a guscio utilizzata 
per la fabbricazione di distillati alcolici, incluso l’alcol etilico di origine agricola.

9. Sedano e prodotti a base di sedano.

10. Senape e prodotti a base di senape.

11. Semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo.

12. Anidride solforosa e solfiti in concentrazioni superiori a 10 mg/kg o 10 mg/litro in termini di SO2 totale da calcolarsi per i prodotti così come proposti pronti al consumo o ricostituiti conformemente 
alle istruzioni dei fabbricanti.

13. Lupini e prodotti a base di lupini.

14. Molluschi e prodotti a base di molluschi.

* E i prodotti derivati, nella misura in cui la trasformazione che hanno subito non è suscettibile di elevare il livello di allergenicità valutato dall’Autorità per il prodotto di base da cui sono derivati.